Home Storie divertenti Superman

Superman

107
0
superman
superman

superman
superman

Sono le 8 di mattina. Il marito entra in casa cercando di non provocare dei rumori. Purtroppo, in fondo del corridoio c’è lei; in vestaglia, arrabbiatissima.
– Ciao Superman. Sei un po’ in ritardo?
– Posso spiegarti tutto cara. Sai sono stato con i clienti…
– … e avete discusso tutta la notte fino alle 8 di mattina. Vero Superman?
– Sono riuscito ad avere un nuovo cliente per un affare molto importante e l’ho portato fuori per una cena di un certo livello.
– Fino alle 8 di mattina? Superman, mi consideri una stupida?
– Ma no cara! Ammetto che dopo siamo andati in un night bar per fare un drink, per festeggiare l’accordo che abbiamo raggiunto. Siamo rimasti là fino alle 3…
– … allora così, fino alle 3, Superman. E dopo?
– Dopo siamo andati in un club, ma era una noia mortale. Io guardavo soltanto, ma dovevo stare con lui. Sai, alla fine il conto l’ho pagato io; era il mio dovere.
– Ma guarda un po’ Superman, hai soltanto guardato e io dovrei credere in tutto questo che mi racconti. Cos’altro devo credere?
– Ma lasciami spiegare… Scusa, ma perché mi chiami Superman?
– Soltanto Superman porta le mutande sopra i pantaloni.

Loading...